Personaggi: Microchip

Vi ricordate quelle vecchie puntate dell’A-Team o di Automan dove si cominciava a far vedere che tramite l’internet e l’utilizzo ganzo dei computer si riuscivano a fare delle cose incredibili come incastrare i cattivi? Erano gli albori dell’internet! E ilmondo era pieno di personaggi bizzarri che di lavoro facevano gli hacker. Ecco, questa sera – sempre grazie alla trasmissione dISPENSER che obbliga con la forza il povero operaio dell’entertainment noto come Costantino della Gherardesca a leggere le nostre puntuali schede – scopriamo insieme l’hacker degli hacker. Che uno pensa che siccome sei uno che sta tutto il giorno al compuer non hai degli amici giusti. Invece no! Ah, tra l’altro pare che Costantino della Gherardesca, grazie a queste letture, orasia stato chiamato a vestiri i panni di The Roboz in un ipotetico remake di Riptide. Che bazza!

LINUS LIEBERMAN AKA MICROCHIP


Clicca per auscultare la scheda.

Solitamente si dice che dietro un grande uomo c’è sempre una grande donna. Nel mondo dei fumetti, dietro a un grande eroe c’è un piccolo uomo. Solitamente vecchio o grasso. Per esempio il Punitore non sarebbe nessuno senza Linus Lieberman, conosciuto ai più col suo nome di battaglia: Microchip. Linus non ha nessun superpotere: è solo un hacker. Ma è il più bravo di tutti, una vera leggenda della rete. Inevitabilmente la malavita organizzata finisce per richiedere i suoi servizi. Microchip, resosi conto del pericolo, si ritira dal mondo della pirateria informatica e diventa un comunissimo uomo d’affari. Sovrappeso, con pochi capelli e con degli occhiali da vista troppo grossi. Suo nipote però, nel tentativo di diventare famoso come lo zio, finisce nel mirino di personaggi senza scrupoli che lo uccidono. Ignorato dalla polizia corrotta, Microchip decide di tornare in attività come hacker e indagare da solo. Ed è in questo modo che incontra il Punitore, l’unico “dei buoni” che non si fa alcun problema a uccidere chi infrange la legge. I due – dopo aver risolto il caso – decidono di fare squadra. Semplificando: Microchip sfrutta le sue capacità per svolgere delle indagini informatiche e individuare i “cattivi” e il Punitore si occupa del lavoro sporco. Non solo: come un provetto Q per James Bond, Microchip fornisce al suo collega una serie di gadget e armi incredibil per la sua battaglia contro il crimine. Dopo poco tempo, quando il sangue comincia a scorrere a fiumi, Microchip inizia però ad avere qualche problema. Capisce che i criminali si possono fermare senza svuotargli addosso per forza chili e chili di piombo. Questa sua presa di posizione lo porta a criticare apertamente i metodi sbrigativi e violenti del suo socio. Giudicare il Punitore però non è una delle mosse più intelligenti che si possano fare… Microchip, infatti, è morto.

BONUS! Un trailer di un film vecchio e brutto sugli hacker – dal didascalico titolo Hackers – con Angelina Jolie normalmente in carne!

Annunci

One Response to Personaggi: Microchip

  1. Fra X ha detto:

    Perchè non lo rifanno più “Riptide”!?! -.-

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: