Lanterna Verde – Prologo “La Notte più Profonda”

Si avvicina quello che per me è l’Evento: La “Notte più Pronfonda” (che fa tanto anche film porno), ed il mio migliore amico Geoff Johns continua a fare breccia nel mio cuoricino.

Dopo aver (ri)dato ad Hal la giusta aura di fichissimo, si è dato di nuovo da fare e con la sua mossa preferita (la ret-con) ed ha reso quello sfigato di Black Hand un villain di tutto rispetto.

Io a Black Hand ho sempre voluto il bene. Perchè, se non lo sapete, quando, come tutti i villain minori – ma vicini alla promozione- , ha cercato di farla finita con il crimine, il suo piano B è stato quello di gestire un cinema porno a NY. Sul serio. Non l’adorate già? Purtroppo non so quale sia stato il nome del cinema ma spero tanto in “Love Hand”.  (Il suddetto cinema fu poi fatto chiudere da Guy Gardner che voleva ripulire la città. Sul serio.)

oh il lato romantico della necrofilia. Dawson's Creek con i cadaveri ❤

Le (più o meno) nuove origini del personaggio sono il perfetto mix di Dexter e Six Feet Under. La candidatura di Micheal C Hall ad un eventuale -in realtà improbabile-  trasposizione cinematografica del personaggio è obbligatoria.

E’ stato quindi finalmente introdotto il corpo delle Lanterne Nere. E’ la copertina con Black Hand che abbraccia la lapide di Bruce accresce l’hype. Attendiamo fiduciosi.

Annunci

12 Responses to Lanterna Verde – Prologo “La Notte più Profonda”

  1. Uwe Pòl ha detto:

    Si ma non si può leggere una saga così mal distribuita dopo un’anno. Green Lantern Corps nelle mie terre nordiche non si capisce com’è numerato, cos’è uscito, cos’è in uscita, non si capisce una fava. Ok, l’ho già letto ma… lo comprerei anche se la Planeta me ne desse la possibilità.
    On the other side Didio said:
    “We’ve got so many Robins coming up, pretty soon I’m going to say we have to kill off Tim Drake.” Oh, you.

  2. Adriano Boltagon ha detto:

    Forse più che “Saga” intendi una collana così mal dstribuita? La saga in se non è ancora iniziata. Semplicemente dopo Sinestro corps è stato preparato il campo a “Blackest Night” di pari passo tra i numeri di “Lanterna Verde” e “Green Lantern corps”. Di ufficialmente legato alla saga vera e prorpia sono usciti solo i due prologhi. Uno sull’ultimo Green Lantern Corps e uno sull’ultimo Green Lantern. Nient’altro.
    Forse mi sfugge qualcosa.

    Ma te hai letto già “Blackest Night”? Io non mi sono spoilerato nulla. Merita come sembra?

  3. Uwe Pòl ha detto:

    si, scusa, ho scritto a cazzo.
    Allora, intendevo dire che non si può leggere Blackest Night, dopo un’anno, sulla collana peggio distribuita della panini. E mi spiego.
    Green Lantern Corps non ha una numerazione. Nessun numero ha una spiegazione corretta (né un redazionale) che indichi con precisione l’ordine di lettura degli albi, non solo della collana, ma anche l’inserimento degli albi esterni (e quindi Sinestro corps, Lanterna Verde Rinascita, Ion, eccetera).
    INOLTRE, ben DUE volumi hanno un refuso di stampa che indica doppi come “originariamente stampati su green lantern corps n°”, quindi diventa pressoché impossibile stabilire la cronologia senza l’aiuto di fumettaro, o internet.

    Detto questo, io l’ho già letto, ma so che un sacco di gente non lo compra perché A- il fumettaro non sa qual’è il primo e l’ultimo numero B- non si capisce quando cazzo escono C- ora che inizia Blackest night si incasineranno. Quindi se sei un lettore nuovo e vuoi seguirlo o compri tutto o vai a caso e speri bene.

    Ma costava tanto mettere un numerino sulla costina?

    Giobatta is REALLY not amused, cribbio.

    Detto ciò: a me sono piaciuti molto l’inizio e i personaggi presentati. La chiusura, quando ci si arriva e capisci dove vogliono andare a parare farai “meh”. Ci sono due passaggi un po’ troppo “golden age” come ingenuità, bisogna aver la pazienza di mandarli giù.

  4. Uwe Pòl ha detto:

    ovvio che è la peggio distribuita della panini.
    /Release the Krapfen, meglio colazionare.

  5. qwrewtytuio ha detto:

    si è bella fino a metà più o meno… poi l’ho trovata abbastanza noiosa…frasi banalotte…orgie di lanterne e solita retcon alla Johns ( che se non ne fa almeno una nelle serie che scrive non è contento … vedesi Flash Rebirth …).
    in finale mi è piaciuto perchè era quello che volevo da questa serie.

  6. Adriano Boltagon ha detto:

    @ uwe
    Non ti avevo capito. Ti do ragione su tutta la linea. Sopratutto io esigo lo spiegone di ciò che è successo nella prima pagina di ogi albo , perchè è dura se si legge più fumetti ricordare cosa è successo due/tre mesi fa su un numero che si legge in 10min.
    Ogni volta mi tocca rileggere il fumetto precedente.

  7. Uwe Pòl ha detto:

    tra l’altro insomma… è ovvio che non dev’esserci l’angolo della posta ma un minimo di editoriale mi fa anche piacere leggerlo quando compro un prodotto, che mi “presenti” quello che ho in mano.
    Capirei fossero uscite settimanali, ma diamine…

  8. NJGlass ha detto:

    Confermo la totale anarchia delle pubblicazioni Planeta DeAgostini.
    Che poi,avessero un prezzo abbordabile,uno quasi quasi sorvolerebbe pure ma con la politica dei prezzi totalmente puntata verso l’alto per me i loro “giornaletti” posson rimanere a prendere polvere sullo scaffale della fumetteria!
    Per quanto riguarda The Blackest Night l’ho seguita in lingua originale e devo dire che,a parte qualche momento di stanchezza verso la fine,è una saga più che godibile.
    Ora tocca vedere che si inventeranno per The Brightest Day 🙂

  9. Andrea ha detto:

    Ciao a tutti, ma se io volessi iniziare a leggere solo la miniserie in 8 parti del LA NOTTE PIU’ PROFONDA più eventuali volumetti tipo Lanterna verde ci capirei qualcosa?
    Premetto che del mondo DC conosco solo Batman 😦

    Sono incuriosito da La notte più profonda ma non vorrei comprare qualche numero e poi mollare perchè non ci capisco niente!

  10. […] ritorno: A sorpresa nel 2009 viene rianimato per far parte dello squadrone delle Lanterne Nere in “Notte più […]

  11. xotar ha detto:

    Come sarebbe a dire che il mio eroe Guy Gardner aveva deciso di ripulire la città dai locali porno ? Una simile infamia non può essere sostenuta impunemente.
    In realtà il grandissimo Guy aveva deciso di trascorrere il suo primo appuntamento con quella sventola norvegese di Ice in un sano, tranquillo e americano cinema porno. Purtroppo il locale era gestito dall’ex criminale Black Hand che vedendo una lanterna verde si fece prendere dal panico ne seguì la solita super rissa con annessa distruzione dell’immobile !

  12. Adriano Boltagon ha detto:

    Mi cospargo il capo di cenere. Mi sono informato cercando sull’inter-web, evidentemente si diceva il falso (anche a me puzzava un po’ sta storia di “Guy vs Porn”).

    Stima a te e a Guy.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: