Basta spingere

“Partorire è un po’ come fare la cacca, basta spingere”.
Questa battutissima non ricordo da dove viene, forse qualche vecchissimo comix tipo l’angolo di donna malizia, però a questo ho pensato dopo aver finito di leggere “Reborn” e aver riguardato la copertina del primo numero che vi agevolo qua di fianco.

Anche per rinascere basta spingere?
E “Reborn” è una cagata colossale?

Alla prima domanda non so rispondere, alla seconda si invece e dico un “sono ancora combattuto ma in linea di massima direi di si”.

Capitan America Reborn è abbastanza una cagata.
Però non riesco ad accettarlo ancora del tutto, io adoro Brubaker, ho amato il suo Cap e ammetto che dopo aver letto i primi due capitoli di questa saga nutrivo belle speranze, e invece la “nuova testata degli eroi” mi ha colpito in pieno faccia.
Dopo la tanto acclamata morte di Steve Rogers viene imbastita questa storia, nella quale Steve in realtà non è morto ma viaggia nel tempo e nella sua vita come un personaggio vonneguttiano, questo perché Sharon Carter gli ha sparato non con una pistola ma con un qualche robo per farlo viaggiare nel tempo così che il Teschio rosso con tutta calma potesse entrare nel corpo di Steve Rogers ed essere il nuovo Capitan America.
Già così la storia sembra una cosa intricata e ad altissimo rischio puttanata, la chiusura superfrettolosa la rende ancora di più una stronzata.
Si entra, leggendo “Reborn”, in un universo di “Macheccazzo…” “E questo quando sarebbe successo?” “Ma come gli è venuta in mente una puttanata simile?” “E questo personaggio come se l’inventa sta cosa?” e così via, perdendo tutto il ritmo perfetto e la suspance che Brubaker riesce normalmente a dare alle sue storie.
A questo punto mi sorge un dubbio: non è che gli han fatto fretta dai piani alti?
E nasce un’altra domanda: anche nel caso, questo scuserebbe una storia così cagosa?

Non lo so, non ho più molte certezze, so solo che “Reborn” è più che una storia epocale quello che mia nonna avrebbe chiamato “uno stronzo cagato a forza”, un po’ come sembra fare Cap nella copertina qua sopra.

Annunci

7 Responses to Basta spingere

  1. Birsa ha detto:

    Oh, almeno per Batman Reborn c’hanno la scusa degli Omega Beams….

  2. Uwe Pòl ha detto:

    oh, e andando avanti peggiora.

    Almeno con Batman non hanno mai nemmeno fatto finta di spacciarlo per un’evento “never be the same… !!!”

  3. hipurforderai ha detto:

    io non sono tanto preso male per il ritorno di steve che era anche più che prevedibile e, diciamocelo, mi fa anche piacere.
    vado in puzza però per come è stato raccontato e da chi è stato raccontato.
    era da tanto che non leggevo una storia con tante trovate del cazzo.

    su tutta vince la grande mossa per non far scappare il teschio rosso.
    “come famo a tenerlo sott’occhio?…. BELIN ma certo, rendiamolo gigantesco così che devasti mezza washington! però noi lo vediamo eh”

    bah!

  4. qwrewtytuio ha detto:

    e il finale è pure peggio

  5. quindi nel leggerlo trattasi di cap-rofagia.
    Battutissime anche io eh.

  6. […] dei fumetti di un tempo fatta attraverso i meccanismi e gli stilemi attuali; dopo quella cagata di Reborn, nonostante l’ottima continuazione della serie di Capitan America avevo proprio bisogno di […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: