La gioia di essere vecchi dentro

Che Alex Ross fosse un fumettaro vecchio dentro non è una novità. Il nostro ha più volte dimostrato di apprezzare parcticolarmente una marvel che non c’è più da un bel pezzo, così come buona parte dei lettori più nostalgici a cui non frega nulla di eventoni e altre stronzate.
Diciamo che Alex Ross è un po’ come un anziano che commenta i cantieri, a cui però il capomastro scocciato dalle critiche continue molla a un certo punto la direzione di una parte dei lavori. Da questa situazione esce “The torch”.

Sinceramente non nutrivo grandi speranze su questa miniserie, la precedente “Vendicatori/Invasori” era un guazzabuglio noiosissimo che ho finito di leggere a fatica. Invece mi sbagliavo, concentrandosi solo su due personaggi, ossia sulla Torcia e su Toro, la storia pur senza avere grandi picchi si legge che è un piacere.
Alla fine di “Vendicatori/Invasori” Bucky Barnes, il compagno di scorribande durante la seconda guerra mondiale di Capitan America che ora veste la bandiera e porta lo scuda nella serie regolare, usava il cubo cosmico non per trasmoformare il mondo in una giungla di donnine nude ma per ridare la vita a Tom “Toro” Reynolds, altro eroe della seconda guerra mondiale capace di trasformarsi in una palla di fuoco.
Toro però non è che ci si trovi alla grandissima nel mondo moderno e quindi va un po’ in depressione finchè colui che lo uccise, ossia quel gran bell’uomo del Pensatore, non inizia a fare esperimenti per l’Aim, ossia il gruppo di scienziati con tanta voglia di rompere i coglioni al prossimo che un tempo guidava Modok, sulla Torcia originale, l’amicone di Toro durante la seconda guerra mondiale.

E qui arrivo a quello a cui starete pensando un po’ tutti: si leggono da secoli maree di doppisensi e battutissime su eventuali rapporti pedo-omosessuali su Batman e Robin e mai nessuno che se la scherzi su Capitan America/Bucky o su la Torcia/Toro. Come si spiega?
Non pensavate a questo? Fa lo stesso.

Comunque la miniserie è molto carina, si legge con piacere, riporta a un’avventura fumettistica di vecchio stampo basata su “eroe dubbioso-cattivone con piano diabolico-eroe salva più volte la baracca” e a volte è bello riuscire a leggere cose simili senza dover andare a scartabellare fumetti di quarant’anni fa. Più che la Torcia ad uscirne benissimo è il personaggio di Toro, con grandissime potenzialità per future storie. Nemmeno le apparizioni di Namor o dei Fantastici quattro vanno infatti a mettere in ombra i veri protagonisti, ossia i due simpatici energumeni focosi.

Avercene di fumetti simili da leggere sotto il timido sole di fine settembre! E avercene di artisti come Ross, Jim Kruger e Mike Carey tanto amanti del passato quanto capaci di imbastire una storia classica con i ritmi del fumetto moderno, e che i giovani operai guardino e imparino per i futuri cantieri.

4 risposte a La gioia di essere vecchi dentro

  1. abraxas de la vega scrive:

    concordo, mi è piaciuto molto e ora aspetto con impazienza il terzo capitolo della trilogia di recupero dei personaggi golden age

  2. NJGlass scrive:

    Idem.
    Non vedo l’ora che esca il terzo volume.
    Adoro lo stile di Ross nel riprendere l’atmosfera scanzonata e innocente della Golden Age con storie semplici e lineari.
    E sopratutto senza cagate esplosive degli ultimi tempi.

  3. […] quanto riguarda le ottime parti su Cap, Namor, Nick Fury, la Torcia e Toro (e se la continuity con la recente opera di Ross e Carey non c’è che importa quando ci si trova tra le mani qualcosa di così meraviglioso?) ma anche per […]

  4. […] vivi e vegeti e in formissima, gli effetti di un fatto drammatico accaduto durante il conflitto. Se “La Torcia” era un’ottima miniserie, “Avengers/Invaders” una noiosa storiella, questa “Arrivano gli […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: