Il felino parte bene

ottobre 26, 2011

Giusto poco tempo fa vi raccontavamo della possibile fine del regno sgrammaticato del magnifico tradutor col passaggio dei diritti dc comics dalla planeta de agostini a tale lion/rw/quel che è che non ci ho capito moltissimo.
Avevamo anche un pochetto di tristezza però per la possibile scomparsa dalle fumetterie dell’ottima proposta di ristampe fatta dalla casa editrice spagnola.
Ecco invece le pubblicazioni annunciate per dicembre:

Debutta la LION con la prosecuzione delle serie Planeta e 5 numeri 0 imperdibili !!!!!

Una sfilza di numeri zero con storie natalizie.

DC MINISERIE # 1 – BATMAN: CAVALIERE E SCUDIERO
Contiene: Knight & Squire # 1-6
160 pag. – col. – € 14.95

GRANDI OPERE DC – BATMAN: BATMAN ILLUSTRATO DA GENE COLAN
cartonato
288 pag. – col. – € 24.95

SUPERBOY # 1
Contiene: Superboy # 1-5
128 pag. – col. – € 11.95

SUPERMAN IL RITORNO DI DOOMSDAY
Contiene:
Steel # 1, Outsiders # 37, Superboy # 6, Superman/Batman annual # 5
128 pag. – col. – € 12.95

GRANDI OPERE DC – SUPERMAN: STAGIONI
Loeb & Sale
(gli autori di BATMAN – IL LUNGO HALLOWEEN, DEVIL: YELLOW…)
Cartonato
Contiene Superman For All Seasons
208 pag. – col. – € 19.95

DC UNIVERSE JLA ULTRAMARINE CORPS
Grant Morrison e Ed McGuinnes
cartonato
Contiene JLA Classified # 1-3 e JLA/Wildcats
144 pag. – col. – € 15.95

DC ESSENTIAL JLI # 1
Giffen DeMatteis, Maguire – Contiene JLI TP # 1,2
400 pag. – col. – € 29.95

CLASSICI DC BATMAN # 1
Contiene: Batman # 300-305
144 pag. – col. – € 13.95

VERTIGO HITS VOLUME 1: CENERENTOLA – LE FIABE SONO PER SEMPRE
Contiene Cinderella Fables are Forever
144 pag. – col. – € 13.95

VERTIGO CLASSIC VOLUME 1: TRANSMETROPOLITAN # 1
Warren Ellis e Darick Robertson
144 pag. – col. – € 13.95

Basta il Batman di Colan a festeggiare a suon di birrette fino a vedere i nostri fumetti opachi e annebbiati.

Annunci

Il babbeo del giorno#20: Calibano

ottobre 24, 2011

Io spesso parlo da solo, o penso troppo forte e oggi pensavo “Diamine, è una vita che non scrivo qualcosa su qualche bel babbeo o comunque su qualche personaggio veramente inutile dei fumetti”. Pensando a quale soggettone volevo presentarvi mi sono reso conto che finora abbiamo lasciato fuori da questa rubrica l’universo degli x-men.
Io sinceramente non sono mai stato un gran lettore di storie mutanti. Quel verbosone di Claremont è un ganzo, questo non si può negare, e ci sono un bel po’ di storie veramente bellissime che mi sono capitate sotto mano in questi anni di letture, ma tra la confusione di eventi e la moltitudine di personaggi alla fine leggendo le storie degli allievi del professor Xavier mi sono sempre trovato annoiato o totalmente ignaro di quel che stavo leggendo.
E possibile che in tutto questo casino non ci sia una moltitudine di babbei da far entrare nella nostra allegra rubrica? E da quale sfigato partire se non con un personaggio che è l’apoteosi della sfiga?

Nome: Calibano

Vero nome: Calibano

Genesi del personaggio: Calibano si chiama proprio Calibano. Che chiamarsi Amintore in confronto sarebbe stato tutto gusto. Ma non è solo il nome a farne un ammasso di rogne, Calibano è brutto, ed è pure una mezza sega. Tanto che gli stessi Morlock di cui faceva parte lo trattano da reietto. Se fosse stato una persona normale al liceo sarebbe stato preso a ceffoni anche dal club dell’astronomia, per farla breve.
Ora, se venissi trattato come la peggio merda da un gruppo di mutanti orrendi che vive nelle fogne io qualche domanda sull’effettiva necessità della mia presenza sulla terra me la farei.
Ma Calibano invece di appendersi al lampadario vive un bel po’ di anni e di storie in cui gli succede praticamente di tutto.

Aspetto: Un omarello dalla pelle bianchiccia che pesa 30 chili bagnato vestito con stracci viola. Non certo il cliente più ambito dei discopub. O forse si?

La vita sessuale di Calibano: Abbiamo detto che i morlock lo isolano perché troppo sfigo anche per stare con loro. I morlock però sanno essere crudeli, e quindi pensano “famo scopare a Calibano dai, sai quante matte risate!”. Invece di prendere la peggio battona di New York decidono però di farlo accoppiare con Kitty Pride nella storia che vede i mutanti delle fogne contro gli X-Men.
Calibano invece di approfittare di una cuccagna simile aiuta gli allievi di Xavier nella lotta perché anche se sfigo è un gran tenerone romanticone.
Non che questo portasse a grandi risultati per la sua vita amorosa come potete leggere nella striscia qua sotto:

il secco “No” della tenera e intangibile Kitty non lascia molto raggio d’azione al nostro poco abbronzato eroe.

Poteri: Calibano sarà pure un condensato di iella, ma ha un poterone! Infatti può capire che potere ha un mutante.
Pensateci. Arriva Magneto, ti tira una macchina in faccia senza toccarla e te puoi pensare “Oibò! Costui può muovere i metalli a suo piacimento!”. Arriva Tempesta, ti spara un fulmine nel culo e tu capisci subito che può controllare le intemperie. Arriva l’uomo ghiaccio, ti congela la cedrata Tassoni che stai sorseggiando, e puoi subito intuire che quel tizio fatto di neve può ghiacciare tutto a suo piacimento.
In pratica tutti prendono a ceffoni sto poveraccio, ma lui sa sempre cosa l’ha colpito.

La trasformazione: Dopo varie storie e storielle che lo vedono aggirarsi nell’universo mutante succede l’impensabile. Calibano si unisce ad Apocalisse durante la sua era. Il cattivone lo bomba di steroidi e il nostro eroe resta un mostro inguardabile ma diventa forzutissimo e muscolosissimo, perché porca pupazza, di personaggi senza i muscolozzi enormi pieni di vene negli anni novanta non ne volevano nei fumetti.

Gli anni recenti, la mia ignoranza, la triste fine: Dopo la fine di Apocalisse, Calibano si unisce alla X-Force, e di tutto questo periodo non so niente non avendo mai letto mezza pagina di X-force e non avendo la benché minima intenzione di farlo. So solo che a un certo punto Calibano torna una mezza sega, e che poi per salvare il suo amicone Warpath (che per me è ancora un gioco orrendo della playstation1 in cui si facevano fare a masconi i dinosauri di jurassic park in uno dei picchiaduro più involontariamente demenziali e inutili di sempre) si prende una pistolettata nella schiena e crepa male.


Come eravamo #14

ottobre 24, 2011

Come eravamo? Eravamo golosi, ci mangiavamo anche i sassi se ci mettevano sopra i super-eroi. Figuriamoci se si trattava di cioccolata.

Vuoi mettere con Zum il delfino del Galak?


Il trailer di Avengers

ottobre 19, 2011

A parte il bamboccio che fa Bruce Banner (che si spera di vederlo più verde e enorme e scemo e distruttivo che bamboccio) è tutto bellissimo!
Pare un miscuglio tra gli ultimates di Millar e i vendicatori classici, e a latveria si scaldano poppi corni e si mettono in frigo le birrette.


Requiem por el magnifico tradutor

ottobre 3, 2011

Un giorno, fra tanti anni, noi fumettofili ricorderemo l’epoca in cui la produzione dc comics era proposta in Italia da Planeta de Agostini.
Perché ce ne siamo lamentati più volte, tante volte, ma la planeta de agostini non solo ha pubblicato tantissimo materiale, ma ha anche ristampato parecchie cose ormai introvabili.
E forse queste scelte sono state un po’ un suicidio.

Da gennaio 2012 Batman, Superman e la sezione otto saranno pubblicati da tale Rw di cui avremo tutto il tempo di lamentarci.
Oggi piangiamo la fine di un’epoca e più che altro l’addio a un personaggio che volenti o nolenti abbiamo amato e odiato per parecchio tempo: il terribile El magnifico Tradutor!

Quante volte leggendo i vostri giornalini a fumetti del cuore vi siete incazzati come cani durante i fuochi d’artificio per la marea di refusi presenti sulle pubblicazioni planeta? Le frasi lasciate in spagnolo, i verbi a cazzo di cane, gli errori di ortografia a volte anche spassosi… un giorno tutto ciò ci mancherà.
Ammetto che ero arrivato al punto che a volte leggendo gli albi e i libri della planeta li aspettavo, per scriverci qualche gag su queste pagine, o semplicemente per lamentarmi che “porca troia 20 euro per sta roba ed è pure tradotta col culo!”.
Mi mancherà tutto questo. Davvero.

El magnifico tradutor alla fine era uno di noi, sconfitto dal mercato, dalla crisi, dalla concorrenza, dalle borse, da qualche supereoe coi baffoni bevisangria e mangiapaella. Oppure è venuto in Ersamus per imparare per davvero la lingua sul campo. A noi non è dato saperlo.

Restiamo in attesa, chiniamo il capo e addio magnifico tradutor, o arriverderci. Stasera brinderemo per te, magari rivivendo alcuni grandi momenti della tua carriera come hanno fatto su Cus.