Sarebbe troppo facile sparacchiare zombi… il videogioco di The Walking dead

TWD-game-cover

Che The walking dead diventasse un fenomeno di massa non me lo aspettavo, ma sinceramente la cosa non può che farmi piacere, adorando da sempre gli allegri ammassi di carne putrefatta semoventi.

Il fumetto compie in questi giorni dieci anni di pubblicazione, e si merita ogni premio, lode, successo e danaro riscosso.

La serie tv arriva alla quarta stagione (che inizia con molti sbadigli) dopo una prima stagione tediosissima, una seconda tediosa ma un pochino meglio, e una terza che inizia che è una bombissima e poi diventa un meh unico nel finale.

Di fumetto e serie tv però potete leggere un po’ ovunque, io invece voglio parlarvi del videogame di The walking dead, e non quello pezzentissimo intitolato survival instinct, ma di quello meraviglioso targato Telltale games, dei ragazzi ex-lucas arts a cui volere un gran bene già per le avventure grafiche realizzate per Jurassic park e Ritorno al futuro.

 

L’immensa ganzitudine di questo “The walking dead” sta proprio nel suo essere un’avventura grafica con qualche sprazzo action messo li giusto per farti twdsegare qualche zombi, e nella splendida storia che mette davanti al giocatore, il quale viene posto ripetutamente di fronte a delle scelte difficili da cui deriva la sopravvivenza di chi gli sta attorno e che modificano non tanto la storia quanto come questa si svilupperà.

Si rinuncia quindi a quello che sarebbe stato il fin troppo semplice approccio alla Resident Evil infilando un tizio armato in mezzo a vari non morti da sparacchiare, per dare una bella storia da ascoltare e giocare più simile a un libro-game che a un action-game di nuova generazione, e il risultato è più che superlativo.

 

Difficile che da queste parti si parli di videogiochi, anche perché normalmente i videogiochi legati ai fumetti sono delle chiaviche terribili. E anche in questo caso mi sono posto qualche dubbio sullo scrivere queste righe per parlarvi del videogioco a episodi di “The walking dead”, perché con il fumetto (e con la serie tv) non centra una beneamata mazza, se non che ci sono dei sopravvissuti a un’epidemia, degli zombi, e una montagna di sfiga pazzesca che li perseguita a ogni passo. Ed è pure un gioco facile facile, ma che monopolizzerà le vostre ore videoludiche finché non arriverete al (favoloso e commovente) finale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: