Nello spazio nessuno può sentire il tuo mitragliatore che fa “Buddabuddabudda”

dicembre 16, 2013

indexTra le tante cose di cui non abbiamo parlato in questi mesi c’è “Space Punisher”, ossia il Frank Castle spaziale.
Di versioni alternative del Punitore ne abbiamo viste a iosa, aspettandoci sempre delle immense porcherie. Abbiamo atteso il punitore-zombiangelico che sapevamo essere una cazzata, e invece era una merda immane, quello mostrodifrankenstein che invece era tanto divertente, e poi erano arrivati i primi rumors di questo punitore stellare e qualche mesetto fa l’abbiamo pure letto.
Invece di tentare la sorte in varie forme Frank Tieri non ci prova nemmeno a dare un senso al fatto che Castle se la viaggi a sparacchiare mostri spaziali. Crea una sorta di mafia galattica (che si scoprirà essere cazzuta oltre ogni immaginazione) e colloca in un mondo tutto nuovo e fantascientifico non solo il nostro amato punitore, ma praticamente tutto l’universo Marvel con uno sguardo sprezzante che manco Garth Ennis. E tutta queste storia, da ogni angolazione la si voglia vedere, è incredibilmente divertente.
spacepOvviamente questo fumetto non vi cambierà la vita, è una puttanata con armi spaziali, cattivi che se già sulla terra sono ostici nella loro versione galattica diventano ancora più rognosi (geniale il mondo del teschio rosso spaziale pieno di Hitler tentacolati), e un tizio qualsiasi con le giuste motivazioni e un ottimo arsenale che mostra quanto sia cazzuto anche in assenza di gravità, pronto a tutto pur di dissetare la sua distorta concezione di giustizia.
L’altra volponata degli autori è stata di dare al tutto un aspetto fantascientifico non proprio modernissimo, tanto che i disegni di Texeira sembrano meravigliose copertine di ingialliti Urania. Un altro punto per questi ragazzi.
In definitiva quindi, se tutte le storielle a fumetti di evasione e i tentativi di scrivere e disegnare progetti che sulla carta sembrano solo delle gonzate pensate in stati di elevata alterazione mentale fossero di questo livello ci sarebbe solo da essere contenti.

Annunci

Il venerdì delle cose brutte

dicembre 6, 2013

Ma ma ma ma…
0-the-amazing-spider-man-2-banner
cosa cazzo è sta merda?

Io il primo *nuovo* spiderman non l’ho visto e da quel poco che so è talmente brutto che non ho alcuna intenzione di vederlo. Ma se io faccio una stronzata normalmente evito di perseverare nell’errore. voi?

Quei capelli, quella roba messa a cazzo di cane, quel look dei cattivi, quel rinoceronte robotico che non voglio neanche pensarci. E le scene action non sembrerebbero neanche malissimo, ma è il risultato totale che fa venire i brividoni da caccamolla.
Cose di una bruttezza agghiacciante.

Un po’ come le novità su Ghost rider.
Ghost rider non è mai stato un personaggione, era abbastanza divertente agli esordi e ricordo qualche storia carina negli anni ’90 tipo una che andava nelle fogne con Venom e Blade e c’erano dei tizi infernali o qualcosa del genere.
Negli ultimi anni ha avuto invece solo un film bruttissimo a cui è seguito un altro film bruttissimo e un tentativo fumettistico di rilanciarne l’immagine mettendogli le tette. E se un fumetto fa cagare anche se dentro di metti il 100% in più di minne qualche domanda te la devi fare.

Ed ecco che arrivano le anticipazioni su un nuovo ghost rider, questo:
All-New-Ghost-Rider-Felipe-Smith-Variant-28d1d-anteprima-600x912-978654 All-New-Ghost-Rider-Tradd-Moore-Cover-6c4ff-anteprima-400x607-978662

Da queste prime immagini si notano 3 cose:
1- Ha una maghena al posto della motoretta. Quindi sarà ancora più incazzato perchè paga di più di bollo e assicurazione (davvero questo fatto dovrebbe spingere qualcuno a comprarlo?)
2- Ha un look orripilante.
3- E’ un ragazzetto col ciuffo bianco che basta un’immagine per farti venire voglia che sia reale per poterlo prendere a ceffoni e biccellate.

Che brutte cose che si vedono nei venerdì delle cose brutte.