Placebo per la fotta

Star-Wars-1-di-Panini-ComicsGenova, fumetteria, qualche mese fa, ore 19.00

“Oh ciao”

“Ecco la spesa del mese”

“Ratman, Devil… oh bravo hai preso il nuovo fumetto di Star wars! Spacca tutto.”

“Si proviamo. In realtà i fumetti di Star wars mi hanno sempre fatto cagare.”

Ecco. L’ultima frase è stata detta in un momento di silenzio totale, in una grossa fumetteria che a quell’ora è praticamente piena solo di gente della mia età che quindi è cresciuta a pane e spade laser.

Penso sia stato uno dei momenti più imbarazzanti se non della mia vita almeno degli ultimi anni, ho sentito fumetti cadere dalle mani, respiri trattenuti, iperventilazioni… per un secondo mi sono quasi spaventato, ma poi non ho sentito nessun muscolo gonfiarsi per devastare di pugni e calci colui che aveva appena detto qualcosa che i presenti giudicavano più che blasfemo.

Nonostante quell’accenno di paura, e il fatto che ora il fumetteria mi danno del lei e mi guardano in cagnesco*, non mi rimangio quell’affermazione a costo di ricevere i miei insulti qua: i fumetti di Star wars mi hanno sempre fatto cagare! E rincaro dicendo che anche i cartoni animati di Star Wars mi fanno cagare! Le uniche proposte che ho apprezzato negli anni sono state in ambito videoludico con Dark forces e quei capolavorissimi di Knights of the old republic della bioware.

Però ci sono quei trailer paraculi, e quella data: 16 dicembre 2015 così vicina ma così lontana e quelle prime immagini e, visto il lavoro fatto con Star trek, la speranza, la nuova speranza di rivedere al cinema jedi e sith in battaglia in qualcosa che magari non avrà la magia della trilogia originale di Star wars, ma che non sarà nemmeno una porcata come quei tre film li che non voglio nemmeno nominare, è potente in me.

Una fotta che per quanto mi riguarda era partita tiepidamente. Non sto a tediarvi con il racconto dell’attesa di episodio 1, tra maratone notturne con gli amici e fiumi di birrette, né vi dirò di quanto amo alla follia quel capolavoro dRegular-PAnini-Darth-Vaderi film che è “Fanboys”, ma diciamo che superati i trenta inizialmente avevo preso un po’ sottogamba il ritorno di Star wars con un nuovo film, o almeno non l’ho presa come l’annuncio dell’avvento di un nuovo messia come feci nel 1999. Ma poi succede che una sera vai al cinema e nei trailer prima del film vedi su uno schermo grossissimo quel millennium falcon che si impenna su un lago e ti alzi in piedi sulla poltrona facendo partire una sciarpata che per poco non ti fa sbattere fuori dalla sala, e torna tutta quella fotta pazzesca, quel countdown per cui vorresti ibernarti fino a dicembre.

Arriviamo quindi a questi nuovi fumetti, che sull’onda dell’attesa cinematografica provano a raccontare i fatti compresi tra “Una nuova speranza” e “L’impero colpisce ancora”, e lo fanno anche molto bene. Del resto i nomi messi in campo dalla Disney/Marvel/Lucas per il progetto sono teste di serie come Aaron, Gillen e Waid alle sceneggiature e Cassaday, Larrocca e Dodson ai disegni, e quando ti trovi a leggere avventure con protagonisti Luke Skywalker, Ian Solo, la principessa Leila, Dart Fener e tutta la cricca sai già che vai a vincere facile. Il racconto riesce ad essere sempre coinvolgente e spettacolare, e probabilmente continuerò a seguirle nei prossimi mesi anche se mi spaventa un po’ che siano in uscita altre millemila serie. Diciamo che non vedo tutta questa necessità di una serie anche su C3po…

Comunque il mio intento principale era di trovare un modo per sedare un minimo la fotta pazzesca del nuovo film. La missione potrei anche considerarla compiuta, se non fosse che ogni giorno che passa l’attesa per il risveglio della forza è sempre più spasmodica, e possiamo presumere che andrebbe così con o senza questi fumetti, per quanto ganzi e ben riusciti siano.

*non è vero

Una risposta a Placebo per la fotta

  1. […] frattempo, oltre a continuare coi placebo di cui vi ho già parlato, ho letto il primo numero de “L’impero a pezzi” di Rucka e Checchetto (e fra poco dovrebbe […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: