Il babbeo del giorno #34 – Orrgo

Oh che bello tornare a scrivere un babbeo del giorno, oltretutto un babbeo che può tranquillamente rientrare nella categoria “mostri grossissimi” e quindi “babbei mastodontici”. Metto le mani avanti e ammetto che sui recenti travagli dell’odierno protagonista sono abbastanza ignorante, ma era da un pezzo che avevo questo personaggio imbastito da presentarvi, e la sua storia passata mi solletica troppo per non dargli spazio in questa rubrica.

orgo1Nome: Orrgo

Vero nome: Orrgo

Genesi del personaggio: Orrgo nasce per opera di sua maestà Jack Kirby nel lontanissimo 1961 ed è un puccettoso e  gigantesco mostro alieno. Una sera Orrgo e gli altri giovini del suo pianeta erano a bersi le birrette (oa fare quello che fanno dalle loro parti, non so) e tra un discorso e l’altro qualcuno ha detto “Oh raga, ma lo sapete cosa sarebbe un gran spasso? Andare su un pianeta di sfigati, tipo la terra,e grazie alla nostra stazza e ai nostri poteri cazzutissimi conquistarli in quattro e quattr’otto e poi andare li a continuare le nostre seratissime!”. Orrgo prende la palla al balzo e con baldanzoso presobenismo urla “Ci vado io a conquistare la terra! Tenetemi lo sgabello libero che vado, gli faccio il mazzo e torno.”.

Poteri e aspetto: Come aspetto è un gigantesco coso rosso/arancione che sembra un misto di pietra e scaglie ma con la faccia da torzolone.

Grazie ai suoi poteri Orggo arriva sulla terra e letteralmente ci devasta. Infatti il suo primo potere è un incredibile teletrasporto, che ad arrivare da noi ci mette un attimo. Poi oltre ad essere enoooorme e fortissimo Orrgo è dotato di incredibili poteri telepatici, grazie ai quali senza perdere troppo tempo ordina all’intera umanità di sottostare al suo volere.

orrgo-jack-kirby

E bom, con tutti gli esseri umani schiavizzati Orrgo davvero ci ha messo pochissimo a conquistare la terra.

La fine: La situazione sembrava disperata e senza via di scampo per l’umanità e le cose sembravano andare benissimo per il nostro Orrgo. Comunque portato a termine il suo piano al simpatico mostrone viene su una sonnolenza incredibile, decide così di andare a farsi una pennichella nelle vicinanze di un circo.

Uno dei gorilla del circo però non si vedeva recapitare la cena da un bel pezzo dato che il suo guardiano era a sbavarsi addosso a causa dell’attacco mentale di Orrgo. L’incazzatissimo primate quindi scappa dalla sua gabbia, trova Orrgo che dorme e senza pensarci due volte gli tira un megacazzottone sulla testa, e questa è la rovina per il nostro protagonista. Infatti Orrgo normalmente sarebbe imbattibile, ma quando se la dorme diventa debole e indifeso come un micino.

orgo3

Il mostrone muore, la scimmia si riempe finalmente la panza, l’umanità è salva e gli amici di Orrgo si cagano all’idea di ritornare su quel pianeta dove anche una scimmia è stata capace di asfaltare uno di loro.

I vari ritorni: Orrgo viene resuscitato su una vecchia storia dei Difensori, ma anche in questo caso finisce per prenderle, a questo giro da Hellcat. Capisce che sulla terra veramente non c’è aria per lui e decide di levare le tende finchè l’umanità non si sarà estinta e con lei anche gli scimmioni dal cazzotto facile.

Recentemente poi, un po’ come Andy l’androide anche Orrgo è tornato sulel pagine degli “Howling commandos” (che non ho letto) con scopi principalmente umoristici e venendo talmente sminuito e ridicolizzato quale il babbeo che è tanto da venire trasformato in un inutile cagnetto.

orgo4

Orrgo, la minaccia aliena

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: