Addio Mr. Esposito

ottobre 29, 2010

Se ne è andato un altro grande del comicdom Silver Age, Mike Esposito.

Le sue chine hanno rifinito una moltitudine di artisti, su tantissimi titoli nell’arco di oltre 50 anni di carriera. Amiamo ricordarlo per la creazione dei suoi spassosi Metal Men per la DC Comics, per il suo lavoro su Spider-Man, Hulk, Flash e Wonder Woman. Non c’è quasi nessun grande artista della Silver Age Marvel & DC che non sia passato per le sue mani. Si è spento ad 83 anni due giorni fa e nel rendergli omaggio noi Latveriani cogliamo anche l’occasione per scusarci del ritardo con cui lo stiamo salutando.

Eccovi una bella intervista in due parti a Mike Esposito: Parte 1 e Parte 2, è piacevole, ricca di anneddoti gustosi e ovviamente figurano tantissimi personaggi a noi amati.


Jonah Hex, varie ed eventuali

giugno 9, 2010

Giacchè è in arrivo il film, giochiamo in anticipo e parliamo un po’ di questo misconosciuto personaggio della DC

Jonah Hex è un duro. Più duro di Clint Eastwood, più duro di Lee Van Cleef, più duro di Jack Palance e John Wayne gli allaccia le scarpe.  Jonah Hex è un -letteralmente- figlio di puttana, Jonah Hex non sparerà alla corda a cui ti stanno per impiccare a meno che non ne avrà qualche vantaggio in cambio. Jonah Hex forse ha amato di più un lupo che una donna. Jonah Hex è della DC ma non ha poteri, si salva il culo con la sua bravura, la sua furbizia e il suo sarcasmo. Jonah Hex malsopporta il mondo e il mondo malsopporta lui.

Jonah Hex è il più ganzo anti-eroe del west, uno che fa gongolare Joe Lansdale da quando era ragazzetto, un personaggione questo Hex ma avrà -così, a naso giudicando dal trailer- uno dei peggiori film tratti da un fumetto che avremo mai visto. Ahimè.

Eccovelo.

Ecco, perplimetevi con me.

Avrebbe dovuto essere uno spietato spaghetti western, polveroso e assolato…  Invece avremo un tipico baraccone americano scialbo, scene da film di honk-kong, pistole buffe impugnate come gangsters di Compton, un background mistico con tanto di poteri sovrannaturali, una fica inutile -per quanto sia Megan Fox- a fare da co-protagonista (Hex è un solitario bastardo), John Malkovich a fare una marchetta nei panni di Quentin Turnbull e Josh Brolin a fare Hex, bravo attore per carità ma con quella faccia patatosa come Hex è credibile quanto Bat-Roberto come caped crusader. Ah e una colonna sonora dei Mastodon abbastanza fuori luogo. Tutto questo lo desumo da soli 2 minuti di trailer? Si, sarò arrogante ma qui in Latveria c’abbiamo il sesto senso per la fregatura e io appoggiando l’orecchio sulla ferrovia la sento arrivare al galoppo. Augh.

Detto ciò, a consolarci e a ricordare a noi italiani,un po’ assopiti con la nostra tradizione nazional-fumettistica western buonista, che il west è anche colpi bassi per salvarsi il culo e suture disinfettate con il bourbon, ci sta un volume uscito un po’ di tempo fa per la Planeta: lo Showcase presenta: Jonah Hex. 500 pagine in bianco e nero con una selezione delle migliori storie della prima run di Jonah Hex negli anni ’70.

Quelle successive non meritano granchè menzione, specialmente l’horrido “Hex” di Texeira negli anni ’90.

Ai testi J. Albano e M.Fleisher perlopiù,  ai disegni quasi sempre un sopraffino Tony Dezuniga –  creatore grafico del personaggio e suo disegnatore simbolo- e ospitate di gente come Gil Kane e Josè Luis Garcia Lopez… Mica bruscolini, amici.

Storie veloci quanto Jonah ad estrarre le rivoltelle, divertenti come un technicolor di Sartana al cinema parrocchiale, vivide come un pugno in faccia.

Sotto l’ombrellone a questo giro date un calcio al vecchio Tex Willer e gustatevi una cedrata con Jonah.


Il Corpo delle Lanterne Verdi -Eclissi di Smeraldo – Prologo “La notte più profonda”

marzo 26, 2010

Che bel titolo lungo eh?

Lo so che “Eclissi di smeraldo” sembra il nome di un profumo che regalereste alla festa della mamma, ma almeno che la vostra mamma non sia tipo la mamma migliore del mondo tenetela lontana dal corpo delle Lanterne Verdi. Non piacciamo alle mamme noi, alle sorelle si però.

Lanterna Verde,collane collegate annesse, è da un po’ di tempo la meglio serie a fumetti suopereroistica (Marvel-DC parlando) grazie sopratutto a sto ragazzetto qui.  Geoff e compagnia bella, da due anni circa, stanno preparando il campo all’evento che sconvolgerà il mondo delle LV, e non solo, ovvero “La Notte più Profonda”. Prendendo spunto da una bellissima storia di una ventina di anni fa’ by Alan Moore, in cui si narrava della morte di Abin Sur e di una profezia che rivelava la fine delle LV, i giovanotti della DC si apprestano a scatenare “La guerra di luce” che prevede un scontro tra 6 Corpi, ognuno di un colore diverso, rappresentanti un segmento dello spettro emozionale (Rabbia Rosso, Volontà Verde, Speranza Blu, Avarizia Arancione, Compassione Indaco, Amore Viola). E soprattutto l’arrivo delle Lanterne Nere (o non so come si chiameranno, non mi sono spoilerato più di tanto).

Faccio una veloce sintesi, per chi non avesse letto ciò che è successo ad Oa e d’intorni negli ultimi due anni:

  • Sinestro doma/sfrutta Parrallax (aka facemmo na cazzata con il turn heel di Hal, inventiamoci un bel Deus ex machina) e mette su il suo Corpo munito di anelli gialli che traggono il potere dalla PAIURA. Tutti gli altri corpi si chiamano “Lanterne + Colore”, il suo si chiama “Il Corpo di Sinestro, che bisogno di attenzioni! Pure quei baffetti..
    Ad ogni modo, a indossare l’anello ci sono anche dei villain vips (Amon Sur, l’Anti-Monitor, Mongul, Superman Cyborg e l’odioso Super Boy Prime) ne consegue, naturalmente, lo scoppio di ostilità e la guerra con le LV.
    -Durante il conflitto ne succedono di belle:Parallax si impossessa di Kyle Ryner, che poi viene liberato da Hal.
    Sodam Yat (uno che sotto un sole giallo ha i poteri di Superman) diventa il nuovo Ion.
    -I Guardiani durante la guerra emanano nuove leggi, perché ci hanno anche loro la PAIURA, e rendono l’anello un’ arma letale (sappiate che prima con l’anello non si poteva mandare al creatore nessuno).
    -I guardiani Ganthet e Sayd non la prendono benissimo sta storia, scappano e creano una batteria Blu.
    -L’Anti-Monitor, che prende scappellotti anche oggi a distanza di vent’anni, finisce su un pianeta brutto brutto e diventa una batteria Nera.
    -Sinestro viene sconfitto e catturato da Hal.

    -Finita la guerra, si decide per l’esecuzione di Sinestro, ma all’ultimo minuto viene liberato (maddai!) dal suo Corpo, non fa a tempo a scappare che arrivano le Lanterne Rosse, guidate da Atrocitus (che vi giuro, è un gran figo) e se lo portano sul loro pianeta (anche questo brutto brutto). Ma anche qui arrivano i fedelissimi del suo Corpo a liberarlo. Ora, se il mio Leader non fa altro che farsi catturare, liberare e ricatturare, io due tre domande me le farei..

Più o meno questo volume comincia dopo questi accadimenti. Ci sono tre storia parallele (che poi ovviamente convergeranno). Kyle Ryner “passa il tempo” (segue assolo di sax) con Soranik, che è una Lanterna Verde gnocca proviente dal pianeta di Sinestro, dove a gran voce si chiede l’esecuzione di quest’ultimo . Sodam Yat, che per me è uno dei personaggi più fighi (re)introdotti negli ultimi anni, deve salvare il proprio pianeta da Mongul, che si è fatto la cameretta lì e desidera prendere il posto di Sinestro all’interno del Corpo. Il problema è che Sodam Yat odia a morte il suo pianeta che è tipo il pianeta più redneck dell’universo. Intanto su Oa una Lanterna Rossa riesce a liberarsi e massacra di mazzate qualsiasi cosa gli si pari davanti, comprese le Lanterne di Sinestro imprigionate e che facevano il tifo per lui.
Tanta roba, tutta bella. Tantissimi schiaffoni fra alieni. Consigliatissimo.

Giuro che vi spoilero solo questo: All’inizio del volume c’è  un bellissimo combattimento tra Mongul e Arkillo (che praticamente è il Kilowog di Sinestro), che comincia con il più classico dei “E chi ha deciso che sei tu il capo?” e che finisce con Mongul che strappa la lingua ad Arkillo:

Un buon motivo per leggere fumetti

"Giuro su Dio che l'ho sentito chiamarmi "Thanos" ". Nerd Joke Alarm

Tradizione dei fumetti di Lanterna Verde è ficcarci sempre qualche alieno assurdo (o extremily cute) che porta l’anello. Dalla Lanterna Mosca, a quella Procione, a quella fatta di gelatina e così via. Per questo volume, il premio “Lanterna Verde Assurda (o Extremily Cute)” va a Lanterna Larvox :

"Ho una battuta! E anche un nome!"

Nuova tradizione, che ammetto di apprezzare tanto, è, da quando esistono le Lanterne di Sinestro, quella di ficcare l’alieno più schifoso possibile. Il premio “uh che schif” va a mani basse a sto donnino qui:

So che state guardando l'accenno di tetta. Pervertiti.

Ammetto di non essere un mega-esperto di LV, essendomi avvicinato ad Hal ed i suoi amici solo di recente. Quindi magari Lanterna “Birillo” Larvox è un personaggio portante che mi è sfuggito.  Anzi se qualcuno mi dice qual’è la sua storia avrà la mia stima ad aeternum.


Back In The (Negro) Days

luglio 12, 2009

La Gazzetta dello Sport e Il Corriere della Sera, insieme alla Panini – Marvel Italia, come immagino molti di voi sapranno, da un bel po’ di tempo a questa parte stanno invadendo le edicole con un numero imprecisato di fumetti. Ovviamente, l’operazione in sé è meritoria, ma non è tutto oro ciò che luccica. Andiamo con ordine: quest’anno è la volta de Le Grandi Saghe. Tralasciamo, per oggi, il discorso sui volumi presentati al pubblico, che evidenziano – soprattutto quelli recenti – un periodo veramente poco felice per la Marvel, e concentriamoci su un volume da poco ristampato: Le Guerre Segrete. Ora, potete anche sapere poco o nulla della Casa delle Idee e della sua evoluzione, ma sappiate che è in questi 12 numeri, – all’epoca vero oggetto di desiderio per qualsiasi lettore, scritti dall’allora editor-in-chief Jim Shooter e disegnati principalmente da Mike Zeck – che L’Uomo Ragno entrò in contatto con il Costume Nero. Per dire… Insomma, questa sì che era una vera e propria Grande Saga. Un volume che fece epoca. Se non l’avete mai letta, potete fare lo sforzo di andare in qualche libreria specializzata a richiederla: ne vale la pena. Ma sfogliando il volume l’altro giorno mi sono imbattuto in un dialogo che oggi come oggi non sarebbe permesso neanche lontanamente in nessuna pubblicazione Marvel o DC e che è talmente bizzarro che voglio qui riproporvi.

Cos'ha detto Iron Man? Domani probabilmente si dissocierà...

Cos'ha detto Iron Man? Domani probabilmente si dissocerà...

Oltreoceano, Secret Wars fece la sua comparsa nelle edicole tra il maggio 1984 e l’aprile 1985, durante la presidenza Reagan, quella del benessere e delle Guerre Stellari (pochissimo segrete…). Pensandoci mi sembra incredibile: Un costruttore di armi multimiliardario che difende un ragazzone russo da un biondino tutto Iu Es Ei, e non si lascia sfuggire l’occasione di potergli vomitare addosso accuse ben poco velate di razzismo. Beh… Wow!
Due vignette dopo, la guaritrice del Pianeta Mongo fa una sega all’Uomo Ragno e in molti stanno pure lì a guardare…. porci.

Sega

Wank my super-wood.com

Tutto questo per ricordarvi che in edicola trovate ancora questo volume e molti altri finora pubblicati – se volete dei consigli su cosa prendere o meno, chiedete pure qui – ma soprattutto per farvi notare anche la bassissima qualità con cui si è deciso di far rivivere queste storie: stampa, ingrandimenti e qualità veramente bassine. Peccato.