Io tifo Loki, io tifo lo stronzo

luglio 6, 2011

Ormai è uscito da un bel pezzo ma solo ora trovo il tempo per parlarvene e consigliarvi di assaltare la fumetteria/libreria più vicina per farlo vostro. È il volume dedicato a Loki scritto da Aguirre-Sacasa e splendidamente disegnato da Fiumara.
A farla breve è un racconto che un po’ ristabilisce la figura del gran visir di tutti gli infamoni di casa marvel dopo la figuraccia del “mi pento e mi sacrifico” di Assedio. Vi troviamo infatti un giovane Loki viscido e cattivo come garba a noi.
Un condensato di invidia, subdolo e veramente ma veramente stronzo. Il bello però sta nel fatto che se già è un personaggio più che carismatico in questo volume Aguirre-Sacasa riesce anche a farlo risultare simpatico, dando le sue motivazioni.
Che poi queste motivazioni siano dettate da una egoistica follia è un altro discorso. A leggere questo volume si vede Loki quasi come il nerd liceale e Thor e soci come i bellimbusti che giocano a football e si limonano le meglio sbarbe della scuola, con un preside-Odino che fa spallucce. E quindi si arriva a fare il tifo per il dio dell’inganno. Che gliela faccia vedere a quelli li della confraternita del tuono coi loro martelli!
Le contrapposizioni tra bene e male, tra follia e realtà, tra vergogna e vendetta sono la cosa più bella di questo volume.

Fatelo vostro e per una volta, tifate per lo stronzo.