L’incredibile avventura (di Rover, Red e Charlie)

marzo 6, 2017

rrcVe lo ricordate “L’incredibile avventura”?

Io si, e anche bene, e lo reputo ancora oggi uno dei migliori film di bestiole mai realizzati. So che può sembrare strano aprire questo blog e  questo articolo e leggere di un film simile, o comunque venire a conoscenza che il sottoscritto adora le pellicole con amici pelosi come protagonisti, ma per me “L’incredibile avventura” è una meraviglia.

Per chi ne ignorasse la storia, si tratta di una di quelle produzioni Disney anni sessanta per tutta la famiglia e racconta di due cani e un gatto di casa che credendosi abbandonati dai loro padroni attraversano mezzo Canada per ritrovarli. Il risultato è un bizzarro film on the road con personaggi caratterizzati benissimo (il vecchio cane di casa saggio, il giovane golden retriever e una altezzosa gatta siamese) con momenti di tensione orchestrati in maniera fantastica, particolarmente nello scontro con uno spietato puma delle montagne, o la splendida scena del fiume.

Non mi sono riconglionito, davvero, ma i film con le bestiole mi piacciono da quando ero un infante, e questo l’avrò visto un milione di volte da bambino.

rrc2“Rover, Red, Charlie” è un fumetto invece uscito qualche tempo fa e partorito dalla sempre meravigliosa immaginazione di Garth Ennis, che praticamente riscrive “L’incredibile avventura” senza gatto e ambientandola in un mondo post-apocalittico.

L’umanità infatti di punto in bianco sbrocca male e le persone iniziano a uccidersi tra di loro e a suicidarsi spesso in maniere grottesche fino a una immediata estinzione. In questo scenario troviamo Charlie, un border collie cane guida che non si rassegna alla sparizione degli umani, Rover, un bassethound saggio e realista e Red, un setter stupidotto. Questi tre eroi si ritrovano soli in mezzo al delirio di una New York piena di sangue, fiamme e follia, e decidono di attraversare l’america alla ricerca di sopravvissuti umani.

Ennis non solo mostra tutto l’amore che prova per i nostri amici pelosi, ma fa emozionare e commuovere con un’avventura tanto atipica quanto perfettamente nelle corde delle sue storie più “convenzionali”.

Recuperatelo, che voi amiate i cani o meno ne vale la pena.

Annunci