Quando ci vuole ci vuole.

settembre 22, 2009

Amici ricordate qualche post fa avevo augurato alla neo-proprietaria della Marvel Comics, la Disney Ent., che “Jack Kirby li perseguitasse dall’oltretomba”? Ebbene amici io non scherzo per niente quando c’è da tirare i colpi a qualcuno! Il prode Latveriano Fedemc stamattina mi inoltra questa bella notizia e io ve la ripropongo con un bel sorriso stampato in faccia: ecco a voi!

Jack_Kirby_portrait_cho

In sostanza: la società che si occupa del lavoro di Jack Kirby, tramite un noto avvocato-squalo di Hollywood,  ingiunge alla Disney di pagare i diritti di sfruttamento dei personaggi e delle storie create da Re Jack nel corso di 40 anni di meraviglie. E se un minimo i fumetti li conoscete saprete che si parla di un saaacco di roba.

A parte la spina nel fianco alla Disney che questa causa rappresenta, e che a me fa gran piacere, trovo sia molto bello e importante che finalmente qualcosa di grosso si muova per riconoscere fama e fortuna a un grandissimo uomo verso il quale chiunque stia leggendo è più che debitore. Un uomo trattato un po’ ingratamente in vita, riconosciuto solo quando era quasi troppo tardi e che comunque non ha mai avuto la gloria che si meritava. Quantomeno postumamente credo che sia sacrosanto che gli venga riconosciuto un ruolo autoriale e economico particolare. E’ ora che al nome “Marvel” e ai suoi annessi & connessi non venga associato solo quello di Stan Lee ma anche quello di Jack Kirby. Ufficialmente, non solo nel cuore di noi fan.

Se volete poi in generale supportare in qualche modo la memoria di Jack Kirby fate come me  e iscrivetevi al Jack Kirby Museum il sito della fondazione senza fini di lucro che da moltissimi anni si occupa della tutela e divulgazione dell’arte del Maestro in collaborazione con la famiglia Kirby e i suoi vecchi collaboratori.

Excelsior!