Personaggi: Uatu

ottobre 17, 2009

UPDATED! CON IL FILE AUDIO!

E siamo a due… Questa volta però il tag team con dISPENSER è in ritardo per delle semplici ragioni pratiche. E non al fatto che noi giovani latveriani siam sempre al baretto del quartiere a riempire di monete il juke box e a ballare scatenati manco fossimo delle fanciulle ye ye lanciate sulle note di questo nostro irresistibile successo. Non mi funzionava bene l’internet. Che volete che vi dica. E poi il cane mi ha mangiato il compito, prof. Giuro. E quindi… ritardo. E vabbeh. Ed è un vero peccato perché A) il personaggio di questa settimana è tipo il mio preferito quasi di sempre B) non abbiamo ancora il file audio con la voce di quel pepperino del Costantino della Gherardesca che, volendo dare retta alle voci di corridoio, pare si stesse allenando con Zdravko Colic, un grandissimo cantante ma anche un grandissimo uomo… un maestro! Bravo Zdravko!

UPDATED! CON IL FILE AUDIO!

UATU – L’OSSERVATORE

Cliccare per ascoltare in streaming

Se la nostra semplice mente umana ha potuto accettare l’idea di Milano 2, non vedo per quale motivo non si possa fare lo stesso con “Terra 616”. uatuPer chi non ne avesse mai sentito parlare, bisogna spiegare che l’universo è composto da numerosi “Pianeta Terra”, mondi paralleli al nostro in cui ognuno di noi sviluppa un’esistenza per certi versi simile, ma con qualche piccola o grande differenza. La nostra, quella da cui vi parliamo in questo momento, è identificata con il nome “Terra 616”. A controllare che tutto vada per il verso giusto, a verificare che le nostre azioni non condannino alla distruzione il nostro o un altro mondo, c’è qualcuno: Uatu, conosciuto anche come L’Osservatore. Fin dall’alba dei tempi se ne sta da solo e in silenzio nella fantomatica Zona Blu della Luna. E ci guarda. E ci guarderà per sempre, visto che è immortale. Come si dice in questi casi “È uno sporco lavoro, ma qualcuno lo deve pur fare”. E c’è anche un motivo: Uatu fa parte di una razza aliena – gli Osservatori – che moltissimi anni fa condivise la propria avanzatissima tecnologia con gli abitanti di un pianeta. Ma come sappiamo, c’è modo e modo di utilizzare i ritrovati della scienza e della tecnica. Gli abitanti di quel mondo usarono al peggio i doni degli Osservatori e si condannarono a morte certa. Da quel momento questi alieni hanno sacrificato la loro esistenza e se ne stanno impassibili a controllare che tutto sui nostri mondi proceda senza traumi o scossoni. C’è una sola regola: per non incasinare tutto, è vietato interferire. Ma Uatu non ci sta. Quando suo nipote, il terribile Aron, minacciò di distruggerci, non ha esistato a scendere in campo per difenderci. Da quel momento ogni volta che sta per accadere qualcosa di rilevante, Uatu abbandona il suo solitario rifugio lunare per teletrasportarsi sul nostro pianeta per comunicare a qualcuno il pericolo imminente. Come si scriveva sulla Smemoranda in gioventù: “grazie di esistere!”


Come Farsi Megan Fox

giugno 30, 2009

Poche certezze nella vita.
Megan Fox è una gran patata.
Su questo, converrete con me, non ci piove.

Data la sua beltà fuori dal normale, si è portati a pensare che per conquistarla sia necessario – se non obbligatorio – affidarsi a metodi cari al più becero Maurino di Francesco: ristoranti rinomati, locali alla moda, esotiche mete di vacanza…
Spezziamo con un momento musicale a Lei dedicato :

“When you go on your summer vacation
You go to Juan-les-Pins
With your carefully designed topless swimsuit
You get an even suntan on your back and on your legs”

Per lei questo ed altro, verrebbe da pensare.
E noi babbei, alle prese con ciò che succede nell’agitata Latveria, sembriamo destinati alla sola contemplazione, al sogno ad occhi aperti…
E invece…
E invece viene fuori che la nostra Megan è appassionata di fumetti.
Eggià.
Chi l’avrebbe mai detto?
Lei… a 6,25…


Ella, come noi, ebbe a spendere ore e ore e ore nel suo lettino di adolescente in compagnia di fidati amici al di sopra della legge o letali arcinemici: nell’intervista che vi mettiamo a disposizione vengono citati Spiderman, Batman e quella ghenga di giovinastri affetti da superpowers che rispondono al nome di Gen¹³.
Anzi la nostra compagna di giochi si spinge oltre e cita l’illustratore della serie, Jeffrey Scott Campbell, definendolo un grande artista…
Per noi rimane uno zarro e Gen¹³ una serie come dire… discutibile, in cui, lo ricordiamo per amore del particolare e del citazionismo più spinto, uno dei personaggi si chiamava Grunge
Ma è comunque una breccia!
Un punto a nostro favore da sfruttare al momento opportuno:
Voi: “Sei bellissima con questo abito di Lanvin…”
Megan: “Grazie…mi porti a mangiare fusion da Fingers, questa sera?”
V: “Certo, ma prima devo passare in edicola…”
M: “Uhmmm… sono un fuoco! Limonami!”
Non solo, nel non remoto caso che voi riusciate a portare a casa vostra Megan, il fatto di avere una libreria intera zeppa di comics, magari preservati nelle loro belle copertine trasparenti, un action figure dell’Osservatore, una decalcomania tridimensionali dei Vendicatori sul frigorifero, non la farebbero fuggire a gambe levate, ma anzi troverebbe il tutto di suo gradimento.

Se siete fidanzati, o avete una fidanzata che vi baggiana per la vostra passione per la letteratura supereroistica (e magari si eccita tutta per i fiori di Bach, le fotografie ai piedi e la musica dimmerda), ogni tanto ricordateglielo… Megan Fox, quella patata di Megan Fox, si fa le canne, recita in film come i Transformers, ha una maglia di Star Wars molto bella ed è un’appassionata di fumetti…