Personaggi: Wasp

febbraio 10, 2010

Vi abbiamo da poco informati della brillante idea di chiamare la nuova serie rivolta alle influenzabili teenagers ammericane, con un simpatico giuoco di parole che suona più o meno come “le sue troie“. Siccome non ci sembra una cosa particolarmente carina, abbiamo deciso per questa settimana di raccontarvi la storia della più fragile delle Her – Oes.  A leggere la scheda, nel frattempo andata in onda a dISPENSER, il distributore automatico di stimoli quotidiani di Radio Rai Due, il nostro amico Costantino della Ghedradesca che, stando a quanto spifferato dal terribile imperatore Ming, pare sia stato chiamato per doppiare una nuova versione di Flash Gordon.

JANET VAN DYNE A.K.A. WASP

Clicca per auscultare la scheda.

Se vostro marito per il matrimonio vi ha regalato solo un anello di diamanti, potete cominciare a guardarlo male e ad esigere di più. Ci sono mariti molto più generosi. O quantomeno fantasiosi. Per esempio Henry Pym, meglio noto come Ant-Man, a sua moglie Janet Van Dyne ha regalato dei superpoteri. Grazie ad alcune particelle di sua invenzioni – le particelle Pym – ha trasformato la sua amata nella famosa eroina Wasp. Da quel momento Janet, esattamente come il suo sposo, può rimpicciolire fino a diventare delle dimensioni di una vespa o aumentare la sua stazza fino a raggiungere l’altezza di un palazzo. Non solo: ha anche due piccole ali impiantate chilurgicamente che le permettono di volare, emette delle scariche elettriche e riesce a comunicare telepaticamente con le formiche. Certo, non ha un anello da sfoggiare alle cene che contano, ma volete mettere? Non c’è confronto. Inoltre Janet – oltre ad avere un fisico da modella – è una affermata stilista di moda. Questo le permette di guadagnare moltissimi soldi e un modello per tutte le donne del pianeta che ammirano il suo stile di vita. Grazie al suo lavoro poi è in grado di disegnarsi da sola i costumi con cui combatte il crimine. Potete chiedere a tutti i supercvattivi: Wasp, fin dalla sua prima apparizione nel lontano 1963, è sempre stata vestita in modo estremamente elegante e raffinato. Ma dietro a questa vita apparentemente perfetta, c’è un vero e proprio dramma. Suo marito, Henry Pym, colui che le ha regalato i superpoteri, non è esattamente quello che si dice un maritino modello. A causa dello stress accumulato in anni e anni di trasformazioni, ha perso le staffe e ha cominciato a picchiare la povera Janet. Maltrattata fisicamente e psicologicamente, la donna ha però saputo reagire: non solo ha subito divorziato, ma ha anche trovato la forza di crescere come donna, prendendo il comando dei Vendicatori, gli eroi più potenti della Terra.

BONUS! Un video di una coolness esagerata.



Personaggi: Edwin Jarvis

ottobre 2, 2009

E al quarto appuntamento con la collaboratio collaborationis Latverians/dISPENSER, scatta il primo ritardo. Ma d’altra parte la nostra vita da regaz diversamente cool, fatta di fumetti, films e birrini in amicizia, ogni tanto prende il sopravvento, e non è che possiamo stare qui a spaccare il capello in quattro, oh? Cosa credi? Che sia facile? Ma io non lo so…
A leggere la nostra scheda, come sempre, quell’illuminante faro di giustezza che è il Costantino della Gherardesca che dopo queste performances pare sia stato chiamato all’Imperiale a fare lo speaker al posto di Franchino

EDWIN JARVIS

Cliccare per ascoltare in streaming

Se James Brown era conosciuto “the hardest working man in show business”, possiamo tranquillamente definire Edwin Jarvis come “il più instancabile lavoratore di tutto l’universo Marvel”. jarvisÈ infatti fin dalla sua prima apparizione – datata 1964 – che lavora come maggiordomo per i Vendicatori. E accudire la dimora dei più potenti uomini della Terra, non dev’essere di certo una delle occupazione più rilassanti che si possano immaginare. Di umili origini, Jarvis si fa le ossa nella RAF, l’Aereonautiuca Militare del Regno Unito, diventando anche un imbattutto campione di boxe per ben tre anni. Una volta terminata la Guerra, appenderà i guantoni al chiodo per diventare il maggiordomo di Howard e Maria Stark, i genitori del futuro Iron Man, Tony Stark. E saranno proprio quelle mura a diventare il primo quartier generale dei potenti Vendicatori; da un momento all’altro quest’uomo dall’invidiabile aplomb, solitamente alle prese con la perfetta disposzione delle posate a tavola, si trova a doversi occupare dei bisogni – e a condividere le preoccupazioni – di Ant-Man, Wasp, Thor e Capitan America. E se ricoprire questo ruolo può avere i suoi vantaggi, come essere considerato una sorta di zio putativo da personaggi temuti e rispettati in tutto il globo, o come possedere sfiziosi gadgets come lo Scrigno degli Antichi Inverni, la sua vita non è tutto rose e fiori: più volte, l’imperturbabile Jarvis, è finito nel mirino di cattivi senza pietà o morale. Picchiato dai robot del Dottor Destino, minacciato da macchine indemoniate, malmenato dai Signori del Male… Quando non è impegnato a lavare il costume di Capitan America o a rimproverare Wolverine per la sua pessima educazione a tavola, passa il suo tempo pensando romanticamente alla sua ultima fiamma: May Parker, la vecchia zia dell’Uomo Ragno.


Cronaca di una invasione segreta iniziata male, finita peggio

settembre 29, 2009

Di chi ti fidi? Non lo so, ma un nome di cui non mi fido lo potrei fare tranquillamente.

E così è finita secret invasion.
E mi compiaccio con me stesso di averla letta a scrocco grazie a un edicolante che se ne frega perché sa che tanto ci spendo una marea di soldi comunque e con continuità (Giobatta is amused ndr)

Come finisce? Non l’avete letta? Ve lo racconto io!

Allora. Ci stanno gli Skrull che sono alieni incazzati come api con i terrestri perché vogliono la terra. Un po’ di anni fa erano venuti da queste parti, avevano preso un bel po’ di mazzate, se ne erano tornati a casa con le pive nel sacco.SecretInvasion01McNivenVariant
Poi è arrivato Brian Michael Bendis.
Bendis fece andare gli illuminati, ossia Iron man, il dottor Strange, Freccia nera, il dottor Xavier, Mr.Fantastic e Namor sul pianeta degli Skrull a fargli i pernacchioni.
Gli Skrull la presero male e li imprigionarono, studiandone i poteri.
Qualche anno dopo scopriamo che gli Skrull han trovato il modo di sostituirsi ai supereroi senza farsi pinzare. E ce l’han fatta proprio grazie a quella missione disastrosa e totalmente inutile degli illuminati.
Potendo decidere chi sostituire tra gli illuminati pensano bene di scegliere… quello che sta più lontano dalla terra e che non può neanche parlare! Freccia nera!

Poi succedono un paio di cose, si scopre che Elektra era uno Skrull infiltrato, si pensa che ce ne saranno TANTISSIMI tra i supereroi, e invece son solo quattro gatti.

L’inutilità totale dei primi 5 (volendo anche 6) numeri della serie è rappresentata dalla navicella che scende nella terra selvaggia e da cui scendono una marea di copie di supereroi anni settanta che iniziano a menarsi con quelli attuali. Ovviamente sono copie e le domande che si pongono i nostri sono totalmente inutili, ma perché far risparmiare soldi ai marvel fans quando puoi vendergli un bel po’ di pagine di totalnulla?
0000zde5
Arriviamo così alla battaglia finale, in cui supereroi umani e alienazzi se le danno di santa ragione a New York. Succede che uno dei quattro gatti di Skrull infiltrati era Hank Pym, marito di Wasp.
Hank aveva guardacaso fatto un’iniezione a sua moglie, e ora schiacciando un bottone (SIIIIIC) lei si ingrandisce e diventa un’arma batteriologica (o qualcosa di simile, ovviamente non viene spiegato nulla al di la di puntura – bottone – possibile morte di chiunque per… boh? Il poco effetto che si vede è una roba tipo Ipecac) mentre i vari supereroi e supercattivi uniti si destreggiano in facepalm, facce basite degne del miglior Stanis, pisolini e partite a cirulla.
Per evitare altre stronzate al lettore, Thor in un impeto di furbizia tira una martellata a Wasp che schiatta, salvando tutti e permettendogli di ribaltare di ceffoni gli Skrull. (eeeh ma bastava molto meno! ndr)

A questo punto ci si chiede: “Ma Wasp, dove cazzo era finita da “Vendicatori divisi” a questo momento?”
Qualcuno ricorda una storia recente con questo personaggio in vista?
La povera Janet Van Dike era già stata uccisa da Bendis parecchi anni fa, facendola scomparire nell’oblio, facendola apparire sporadicamente per poi relegarla nel nulla.

secret_invasion_08_last_pageDopo questo gli eroi sono tutti incazzati come belve, ma è Norman Osborn a uccidere la regina Skrull già mezza sciancata dalle mazzate prese, prendendosi poi tutto il merito, dando il via a Dark reign, e cancellando tutte le conseguenze di Civil War con un bel colpo di spugna, come si conviene nell’attuale continuity Marvel, anche se questa volta Mefisto non centra un cazzo.

Ps: Ovviamente tutte le persone sostituite dagli Skrull sono tornate a casa e stanno meglio di prima.

E ora Dark reign e NIENTE SARA’ PIU’ COME PRIMAAAAAAAAAAAAAA!

motivator9e62bfa146de443a119f1a508fa4aa93e9e15ec5


Perchè non ci ho pensato prima?

giugno 29, 2009

ddtMagari pure una polpetta avvelenata per Lockjaw…