Personaggi: May Parker

aprile 14, 2010

Il gioioso regime che vige dalle nostre parti ci vieta di parlarne in pubblico. Noi, da rivoluzionari queli siamo, abbiamo aperto questo blog anche per dire la nostra sul personaggio di quest’oggi. Se ci leggete da tempo, sapete che poche vecchie al mondo ci stanno sulle balle come quella vecchia della zia May. Per cui vi chiediamo di sbizzarrirvi nei commenti e di lasciare il vostro pensiero su questa arzilla pensionata. La scheda, al solito, l’ha letto il nostro amico Costantino della Gherardesca e, al solito, è andata in onda ieri sera su dISPENSER. Ma ad oggi ancora non ce l’abbiamo, per cui non ve la facciamo sentire. Speriamo di recuperare al più presto. Possiamo dirvi però che il della Gherardesca dopo questa performance pare sia stato contattato per fare la verticale su un dito solo, come fa questo vecchio monaco Shaolin.

MAY PARKER

May Reilly Parker è uno dei personaggi più discussi di tutto l’universo Marvel. Amata, ma al tempo stesso odiata dai lettori de l’Uomo Ragno, non si possono non fare i conti con la sua ingombrante presenza. Giovanissima, conosce e si innamora di Ben Parker. Visto che il loro nipote Peter si ritrova orfano in tenera età, saranno proprio loro due a crescerlo. Il ragazzo, un nerd particolarmente intelligente, come tutti sanno, viene morso da un ragno radioattivo e – a causa dell’assasinio dell’amato zio – diventa l’Uomo Ragno. La donna, che ignora la doppia vita del nipote, fa di tutto per rendergli l’esistenza complicata. Non solo tenta di accasarlo con la bella vicina di casa Mary Jane Watson – cosa su cui, data le bellezza della ragazza, possiamo anche chiudere un occhio – ma si mette in continuazione nei guai. Non solo finisce preda delle attenzioni di tutti i peggiori supercattivi, ma ha contunamente gravi problemi economici che Peter puntualmente deve risolvere. Ma è proprio negli ultimi anni che la vecchia vedova s’è guadagnata l’odio di molti fan. Dopo che suo nipote ha annunciato al mondo la sua identità segreta, May viene colpita dal proiettile di un cecchino. La donna sembra spacciata, ma a peggiorare la situazione, arriva il diavolo. Il demonio Mefisto – in una delle saghe a fumetti più brutte di sempre – mette il povero Uomo Ragno davanti a una terribile scelta. Può salvare la vita alla sua amata zia, ma per farlo deve rinunciare all’amore della sua vita. Da un momento all’altro, Peter Parker e Mary Jane Watson è come se non si fossero mai conosciuti.  Per salvare una donna di più di 80 anni, vengono cancellati più di trent’anni di continuity delle storie del tessiragnatele. Non contenta, Zia May ha da poco deciso di sposarsi con Jonah J. Jameson, direttore del quotidiano Daily Bugle e il più grande detrattore de l’Uomo Ragno.

BONUS: un bel dialogo in famiglia. Peter va a visitare la vecchia in ospizio.


Personaggi: Willie Lumpkin

aprile 7, 2010

Mentre in molti sono in fase digestiva causa abbuffate pasquali, noi poveri Latveriani rimaniamo al buio delle nostre camerette a lavorare per Voi. Da noi infatti la Pasqua non esiste e chi viene pescato a festeggiare viene punito e obbligato a vedere Happy Family di Salvatores al Cinema pagando. Ma sto divagando. Questa settimana siamo andati a pescare tra i personaggi minori se non addirittura tra i minorissimi. A leggere la scheda, andata in onda ieri sera all’interno di dISPENSER, il simpatico Costantino della Gherardesca. Che non so se lo sapete, ma da quando ha cominciato a leggere le cose per noi, pare sia stato opzionato per realizzare la versione 8 Bit del classico Dr. Horrible’s Sing-Along Blog.

WILLIE LUMPKIN

Willie Lumpkin non ha fatto la sua prima apparzione in un fumetto di supereroi. In realtà, nasce come protagonista di una striscia comica creata dal solito Stan Lee insieme al disegnatore Dan DeCarlo. La storia di base era delle più semplici: un postino alle prese con le persone che incontra durante il proprio lavoro. Dopo tre anni di onorato lavoro, il simpatico postino riesce però nell’impresa di fare un salto di qualità. Abbandona il mondo delle strisce e finisce su una pubblicazione più complessa, ovvero i Fantastici Quattro. Qui ritroviamo un Willie Lumpkin un po’ invecchiato, ma con un gran bel lavoro. È sempre un postino, ma è un postino speciale. È infatti colui che porta a Mr. Fantastic, La Torcia Umana, La Cosa e La Donna Invisibile le lettere dei numerosissimi fans sparsi per il pianeta. E se pensate che fare il postino sia un mestiere noioso e privo di sorprese, vi sbagliate di grosso: Willie Lumpkin in anni e anni di carriera, ne ha visto di tutti i colori. S’è ritrovato in mezzo a feroci battaglie contro i più pericolosi criminali del pianeta, ha viaggiato nel tempo e ha contribuito più e più volte alla salvezza del mondo. Ogni tanto si è fatto vedere anche in un’altra famosa pubblicazione Marvel: L’Uomo Ragno. Qui il nostro ha trovato anche il tempo di innamorarsi. Per un breve periodo è stato infatti il fidanzato di May Parker, la zia di Spiderman. Adesso Willie, dopo cinquant’anni passati a recapitare letter e cartoline presso il Baxter Building – il palazzo dove irisiedono i Fantastici Quattro – è andato in pensione, lasciando la prorpra ambita posizione al nipote Billie. La cosa più importante da dire per quanto riguarda Willie Lumpkin è un’altra: ha anche un superpotere. O meglio, un’abilità che lui spaccia come superpotere: riesce a muovere le orecchie…